Informazioni per la casa Cuneo, Torino, Alessandria, Asti, Aosta, Biella, Novara, Vercelli, Genova, Imperia, La Spezia e Savona

Informazioni per la casa fornisce informazioni a privati che vogliono costruire o ristrutturare la casa.
Database aziende a Cuneo, Torino, Alessandria, Asti, Aosta, Biella, Novara, Vercelli, Genova, Imperia, La Spezia e Savona

     Benvenuto su Informazioniperlacasa.it    Area riservata »
cosa dove
  Consulta il nostro Catalogo:
 
Caminetti »
Cancellate e ringhiere »
Chiusure per garage »
Decorazioni »
Impianti Elettrici e Fotovoltaici »
Impianti idraulici e solare termico »
Isolamento e lavori edili »
Marmo e Pietra »
Mobili »
Pavimenti »
Pavimenti in legno »
Piscine »
Porte »
Scale »
Serramenti »
Sicurezza »
Tetti e coperture »
 
Preventivo per costruire o ristrutturare casa
Vuoi inserire la tua azienda?
 
HOME PAGE » Cosa: Impianti idraulici e solare termico »
 

  Impianti idraulici e solare termico

 
ENERGIA SOLARE PER PRODURRE ACQUA CALDA E INTEGRARE IL RISCALDAMENTO?
 La preoccupante situazione energetica mondiale ha dato il via, negli ultimi tempi, ad un aumento sempre crescente di articoli volti a sensibilizzare l’utenza sull’utilizzo dell’energia solare nel bilancio energetico di una casa dotata di un moderno sistema di riscaldamento.
Normalmente si tende ad associare il solare termico alla sola produzione di acqua calda sanitaria, cercando di trovare a qualunque costo comunque un ipotetico ritorno economico dell’investimento; quando invece si parla di solare termico anche per l’integrazione del riscaldamento vengono citati costi elevatissimi e problemi realizzativi e manutentivi di tale entità da scoraggiare anche i più convinti sostenitori dell’energia rinnovabile.
In effetti, la tecnologia finora utilizzata da quasi tutti i produttori prevedeva l’uso di prodotti antigelo per alzare il più possibile la temperatura di ebollizione del liquido, con conseguenti elevati costi di manutenzione e scarsa durata dell’impianto nel tempo. A questo si doveva aggiungere un sovradimensionamento dell’impianto per riuscire a far fronte all’esubero di energia inevitabilmente prodotta nei periodi di forte insolazione e di scarso utilizzo (estate).
La fonte energetica disponibile in maggiore quantità è fornita gratuitamente a tutti noi dal sole, ed il suo sfruttamento ci può permettere fin d’ora di risparmiare energia e costi.
  
CATTURARE L’ENERGIA DEL SOLE E’ ESTREMAMENTE FACILE:
Basta un collettore solare di buona qualità e la parte più semplice è fatta. La fruibilità dell’energia prodotta richiede invece un’attenzione particolare perché proprio questa fase è quella in cui i sistemi solari presentano le principali lacune.
L’ obiettivo è quello di rendere disponibile per l’utilizzo la maggiore quantità possibile dell’energia solare, sia per la produzione di acqua sanitaria ma anche per integrare nel migliore dei modi qualsiasi impianto di riscaldamento, sia esso un moderno impianto a pavimento che un impianto preesistente a radiatori.
Il segreto è costituito dall’utilizzo del solare in serie con la caldaia a gas o a gasolio a compensazione, e la possibilità di ulteriore integrazione di caldaie a combustibile solido o termocucine senza l’utilizzo di costose regolazioni ma basandosi sull’equilibrio termico dei vari fluidi.
Con questo tipo di installazione l’accumulatore ha durante il giorno una temperatura molto bassa, con un conseguente rendimento costante dei pannelli solari e la disponibilità immediata di energia prodotta gratuitamente.
Il sistema funziona a vaso aperto, è auto svuotante, non richiede antigelo, riduce enormemente i costi di installazione e di manutenzione e, senza l’utilizzo di altri costosi accessori, rende facilmente disponibile tutta l’energia che il sole ci fornisce gratuitamente.
  
QUALE IMPIANTO?
La tendenza odierna nel settore del riscaldamento delle abitazioni si orienta sempre più spesso verso soluzioni impiantistiche che comprendono sia zone riscaldate a pavimento che zone riscaldate a radiazioni. Il cliente non vuole più essere vincolato ad un solo tipo di riscaldamento ma, generalmente, ha un’idea precisa su come riscaldare le singole stanze in funzione del loro differente utilizzo.
Fino ad oggi installare ambedue i tipi di riscaldamento in un unico fabbricato era molto costoso; lo sviluppo di un sistema di distribuzione del calore con il quale riscaldamento a pavimento e radiatori funzionano con la stessa temperatura dell’acqua di mandata (al massimo 70°C), senza superare le temperature consentite sulla superficie del pavimento ed azzerando i costi per la combinazione dei due tipi di riscaldamento.

Il generatore di calore
La caldaia è il cuore dell'impianto di riscaldamento, ed un elemento di primaria importanza ai fini del contenimento dei consumi e delle emissioni inquinanti nell’atmosfera.
Molto importante è il corretto dimensionamento della caldaia, sulla base del reale fabbisogno termico dell'edificio. La caldaia di potenza superiore a quella effettivamente necessaria comporta una diminuzione dell'efficienza del sistema con un conseguente dei consumi di combustibile.

Caldaia a condensazione
Negli ultimi anni ha preso sempre più mercato l’utilizzo di caldaie a condensazione, in grado cioè di recuperare gran parte del calore contenuto nei fumi espulsi attraverso il camino e di raggiungere rendimenti superiori al 100%. Questo è possibile in quanto viene recuperato il calore latente contenuto nei fumi della combustione; basti pensare che nelle caldaie a condensazione la temperatura di uscita dei fumi è molto bassa (circa 50°C)  rispetto alle temperature delle caldaie tradizionali (circa 120-130°C).
Il massimo delle prestazioni si raggiunge quando vengono abbinate con impianti di riscaldamento a bassa temperatura (30-50° C), come ad esempio quelli a pannelli radianti, raggiungendo risparmi energetici anche dell’ordine del 30%.
Funzionano bene tuttavia anche con i radiatori tradizionali, purché l'impianto venga gestito in maniera corretta, mantenendo temperature di ritorno dell'acqua al di sotto di parametri stabiliti.

Caldaia a biomassa
Nelle caldaie a biomassa, il materiale (legna, pellete, etc) viene stoccato nell’apposito silos e mediante condotti regolati automaticamente fatto avanzare verso la camera di combustione.
La fiamma prodotta dalla combustione del materiale riscalda le pareti della caldaia e di conseguenza l'acqua contenuta nell'intercapedine appositamente realizzata; dopo aver raggiunto la temperatura stabilita comincia a circolare nel circuito e a cedere calore.
Lo svantaggio di queste tipologie di caldaie (poca autonomia, elevata manutenzione) è stato superato con le tecnologie più recenti che garantiscono elevata affidabilità e comfort (estrazione delle ceneri e pulizia automatica degli scambiatori di calore, caricamento automatico del materiale di combustione mediante appositi silos, regolazione della combustione).
Garantiscono un risparmio dal 20% al 50% rispetto ai sistemi tradizionali a metano e a gasolio, con un apporto nullo di anidride carbonica nell'atmosfera.

Sonde geotermiche e pompe di calore
Entrambe le tecnologie sfruttano il calore della terra: a qualche decina di metri di profondità dalla superficie terrestre il terreno mantiene una temperatura quasi costante durante tutto l'anno; questo permette in inverno di recuperare calore per riscaldare l'abitazione e d'estate di cedere calore per rinfrescarla. Questo scambio di calore avviene attraverso sonde geotermiche abbinate a pompe di calore, alimentate da energia elettrica o da gas metano.
I vantaggi di questa tecnologia sono la disponibilità pressoché infinita di energia insieme a costi di manutenzione molto bassi; di contro costi mediamente più elevati per la progettazione e la realizzazione dell’impianto.
Considerando gli alti costi di perforazione, nel settore residenziale i sistemi geotermici sono consigliati in edifici a efficienza energetica medio-alta.
Dove ci sono falde acquifere superficiali utilizzabili, la pompa di calore geotermica viene sostituita dalla pompa di calore acqua-acqua più economica nell'installazione e nella gestione. Sta crescendo l'utilizzo della pompa aria-acqua grazie al perfezionamento delle tecnologie che ne hanno migliorato l'efficienza energetica anche nel periodo invernale.
   
IMPIANTO A PAVIMENTO
Per la realizzazione delle superfici riscaldate a pavimento si utilizzano delle piastre che servono sia da supporto e fissaggio per i tubi che da isolamento termico ed acustico. L’intercapedine d’aria presente nel tubo e l’aumento di sezione fanno in modo che la temperatura superficiale del tubo rimanga ai livelli dei sistemi tradizionali anche con temperature di mandata più alte, garantendo così nella struttura del massetto e della superficie del pavimento le stesse temperature ottenute dai sistemi a pavimento tradizionali.
 
IMPIANTO A PARETE
Il funzionamento è molto simile a quello precedente, con la differenza che le serpentine vengono installate sulla parete e possono essere intonacate direttamente, essendo autoportanti per l’intonaco. Generalmente dopo 20 minuti dall’accensione la parete è calda e comincia a scambiare calore.

IMPIANTO A BATTISCOPA
I tubi vengono fatti passare in un apposito battiscopa, che copre completamente l’impianto e permette al calore di irradiarsi in modo uniforme sia orizzontalmente che verticalmente, in quanto viene distribuito alla base delle pareti più fredde e risale lungo le superfici delle pareti stesse con uniformità; da queste irradia nella stanza, eliminando allo stesso tempo i problemi di umidità e muffa e gli accumuli di calore al soffitto, con conseguenti sprechi di energia.

Nel sistema a pannelli radianti si ha un irraggiamento uniforme su tutto l’ambiente da riscaldare e tutte le superfici del locale raggiungono temperature medie più alte. Questo consente, a parità di benessere percepito, di abbassare di 1-2°C la temperatura degli ambienti da riscaldare, con un ulteriore risparmio di energia.

 

 

 
PRINCIPALI VANTAGGI
  • Irraggiamento uniforme su tutto l’ambiente da riscaldare; tutte le superfici raggiungono mediamente temperature più alte;
  • percezione vera dell’irraggiamento del calore;
  • utilizzo del riscaldamento anche per rinfrescare l’ambiente nei periodi di maggior calore (estate), facendo scorrere nei tubi acqua ad una temperatura più bassa;
  • evitare inutili sprechi di energia;
  • si integrano perfettamente con qualsiasi arredamento, in quanto sono interni con le pareti, il pavimento oppure il battiscopa;
     benessere e salute: una sempre maggiore percentuale della popolazione soffre di allergie alle polveri domestiche. Nella costruzione di una nuova casa bisognerebbe porre molta attenzione alla riduzione dei fattori allergenici. Queste tipologie di riscaldamento riducono al minimo gli agenti patogeni in quanto l’ambiente, non essendo riscaldato per convenzione di aria ma per irraggiamento, non sviluppa moti ascensionali che sono la causa primaria della diffusione della polvere; l’aria non diviene mai eccessivamente secca perché mantiene il giusto livello di umidità relativa, favorendo così una corretta respirazione. Il riscaldamento a pavimento, inoltre, riduce l’umidità in tappeti e moquette evitando eventuali sviluppi di acari.

 

 

Le valvole termostatiche
Lo strumento per la termoregolazione del calore è chiamato valvola termostatica, un dispositivo che rende indipendente il funzionamento dei vari termosifoni all'interno dell'abitazione.
Un buon sistema di regolazione dell'impianto di riscaldamento è fondamentale per il risparmio di energia perché:
- assicura una temperatura costante
- consente di sfruttare gli apporti termici gratuiti quali ad esempio il sole attraverso le finestre, la presenza di persone, il funzionamento di elettrodomestici evitando fenomeni di surriscaldamento della casa
- permette di differenziare la temperatura nelle varie stanze a seconda dell'uso (più caldo nella zona giorno, meno caldo nella zona notte

L'installazione delle valvole termostatiche è semplice e consente un risparmio di energia del 10% ed è obbligatoria sia nella costruzione di nuovi edifici che nella ristrutturazione. (fonte Cisit SNC)

 
Totale aziende presenti nella categoria
"Impianti idraulici e solare termico": 2

CANAVESE SILVANO IMPIANTI SRL, SALUZZO (Cuneo)
CANAVESE SILVANO IMPIANTI SRL
SALUZZO (Cuneo)
CISIT SNC, Farigliano (Cuneo)
CISIT SNC
Farigliano (Cuneo)

 

 

Informazioni per la casa fornisce informazioni a privati che vogliono costruire o ristrutturare la casa.
Database aziende a Cuneo, Torino, Alessandria, Asti, Biella, Novara, Vercelli, Genova, Imperia, La Spezia e Savona

INFORM IMPRESA snc - Via G.B. Conte 19, DRONERO (CN) (12025) - Tel 0171.917.918
Mail info@inform-impresa.it - P.iva 02510700046 - n° iscrizione Reg.Imprese C.C.I.A.A. Cuneo 156960/1996 - Informativa sulla Privacy

Copyright © 2010 - All rights reserved. Studio Grafico Web Design Cuneo